La Litizzetto dalla parte dei Gay

Il momento che tutti aspettano la domenica sera a 'Che tempo che fa' condotto da Fabio Fazio. Luciano Littizzetto ci ha dato dentro di brutto. Come ogni sabato sera,pronta a spararle contro tutti e stavolta difende i gay! Torna a parlare dei loro diritti e del rispetto, mettendo alla berlina quei deputati italiani che non vediamo l’ora di mandare a casa. Inizia a parlare della legge sull’omofobia che, non essendo stata votata dai parlamentari, è finita nel dimenticatoio. “Alla Carfagna sono partiti gli occhi del porcatroia! Come l’ha saputo ce li aveva così in fuori che sembravano uno solo!“. Poi si passa al ragazzo cui la motorizzazione ha negato la patente perchè gay. E poi ne ho viste tante persone che non sono gay e guidano col culo!“. Alla fine, anche lei si mette a deridere la stupidità delle parole di Giovanardi che si indigna per la pubblicità Ikea e per la rappresentazione di famiglie gay: “In fondo basterebbe poco per avere tutti i diritti per i gay. Basterebbe che Berlusconi, ormai che è arrivato a una certa età, dopo aver ingurgitato gnocca di qui e gnocca di là, cominciasse a guardare le sue guardie del corpo e capisse che quello di Alfano non è interesse, ma è “amore vero”. A quel punto avremmo Vladimir Luxuria ministro delle Pari Opportunità, Signorini sottosegretario (Dio ce ne scampi) e Giovanardi a fare un corso di recupero con i Village People!!!