Bologna: un uomo si da fuoco davanti all’Agenzia delle Entrate

Alle 8 e 20 di questa mattina un uomo ha cercato di uccidersi, dandosi fuoco, davanti all’Agenzia delle Entrate di via Nanni Costa a Bologna.
Il 58enne, residente ad Ozzano Emilia e proprietario di una ditta edile, ha fermato l’auto in cui si è dato fuoco nel parcheggio dell’Intendenza di finanza diventando in pochi istanti una torcia umana. Un passante ha notato la scena e allargando le braccia ha chiesto aiuto a una pattuglia di vigili urbani che era nei paraggi.
Quando i vigili hanno raggiunto l’uomo, questi era a terra, fuori dall’auto, i vestiti completamente bruciati, fiamme ancora attive ai piedi. Poco dopo sono intervenuti anche una volante della polizia,i vigili del fuoco e il 118.

L’uomo, in condizioni gravissime con ustioni quasi sul 100% del corpo, è stato prima ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna, per poi essere trasportato in elisoccorso a Parma al Centro Hub per la terapia delle grandi ustioni.

Per spiegare il suo tragico gesto l’uomo ha scritto delle lettere, trovate sul luogo: una aperta, una alla moglie e una alla commissione tributaria, nella quale fa riferimento a un ricorso. L’uomo scrive di aver pagato le tasse e di sentirsi ingiustamente trattato dal Fisco.
Diversi passaggi fanno riferimento a una condizione economica e finanziaria disastrata.