Valentino Rossi: ritorno di fiamma con la Yamaha

Era già nell’aria da qualche tempo, e le critiche erano tantissime: il binomio Rossi/Ducati giunge ai titoli finali, e stando alle ultime notizie, il pilota italiano avrebbe deciso di passare in Yamaha, un ritorno alla casa giapponese per chiudere in modo decente una brillante carriera fatta di continui successi e record. Almeno per il momento, in moto GP, non avremo l’occasione di vedere un pilota italiano in sella a una moto italiana, vincere il mondiale GP, vittorie che possiamo assaggiare solo in superbike, grazie al talento di Biaggi e Melandri.

Per quanto riguarda Rossi, il comunicato ufficiale sarà diffuso nella mattinata di Ferragosto, ma già da questo momento sono in tanti ad affermare che nelle prossime 2 stagioni Valentino Rossi correrà con la Yamaha al fianco di Jorge Lorenzo.
E’ la fine di un sogno, di una scommessa persa con se stesso, e la non inaspettata decisione sembra sia maturata nei giorni successivi alla disastrosa prestazione nel Gran Premio degli Stati Uniti conclusa  con una caduta alla curva del cavatappi.

In assenza di garanzie tecniche dalla Ducati, Valentino  ha considerato la Yamaha come unica alternativa per chiudere in maniera dignitosa la sua carriera nel motomondiale.                                                                                                                Lo scorso gennaio Rossi aveva sottolineato l’intenzione di correre in MotoGP fino al termine del 2014. Con la casa giapponese Rossi ha vinto 46 Gran Premi e 4 titoli mondiali prima di un divorzio maturato per la difficile convivenza con Jorge Lorenzo che nel 2010 vinse il campionato.

Fonti del circus del motomondiale confermano che la Ducati era  al corrente della decisione, e dovrà agire sul mercato alla ricerca di un pilota da affiancare a Hayden nella prossima stagione. In pole position ci sono