Festival Internazionale del Film di Roma: Settima Edizione

 

Si terrà dal 9 al 17 Novembre, presso l’Auditorium Parco della Musica, la settima edizione del Festival internazionale del Film di Roma, iniziativa ideata a partire dal 2006 dalla Fondazione Cinema per Roma, per favorire la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme. Come ogni anno, l’evento sarà esteso a tutta la capitale, con iniziative dedicate al cinema, mostre, concerti, incontri con il pubblico, spettacoli dal vivo, allestiti nei luoghi storici della città, presso le istituzioni culturali e le associazioni del settore. Via Veneto, la famosa strada della Dolce Vita, non solo ha ospitato, nelle passate edizioni, numerose prime mondiali, ma è stata anche passerella di famosi attori come Al Pacino, Maryl Streep, Richard Gere, premiati alla carriera proprio durante i Festival romani degli anni passati.

La manifestazione prevede da un lato un concorso internazionale tra quindici lungometraggi in prima mondiale, dall’altro retrospettive e omaggi a personalità di grande rilievo e la proiezione di sei opere significative dell’anno (fuori concorso). Inoltre nella sezione Cinema XXI vengono raccolte quindici opere (lungometraggi, cortometraggi,  in concorso e fuori concorso) che esprimono al meglio le nuove correnti del cinema mondiale, mentre nella sezione Prospettive Italia troveremo quattordici lungometraggi e sette film brevi in concorso, simbolo delle nuove tendenze del cinema italiano. Anche le principali testate internazionali parlano delle novità introdotte dal nuovo direttore artistico Marco Müller al Festival Internazionale del Film di Roma: la presentazione di oltre sessanta prime mondiali, nuove sezioni che danno spazio al cinema d’avanguardia e a quello italiano, lo spostamento delle date, che garantisce a quello romano una posizione ottimale tra i Festival di Venezia, Toronto e Berlino. Uno dei più importanti quotidiani indiani, L’Hindustan Times, rifacendosi al famoso detto “Rome was not built in a day” scrive: “Roma non è stata fatta in un giorno, tantomeno lo sono stati i festival cinematografici. Roma ha impiegato anni per diventare quel che è oggi, e così i festival. Ma il nuovo direttore artistico del Festival Internazionale del Film di Roma, Marco Müller, potrebbe, se gliene venisse dato modo, trasformare questo evento cinematografico in un magnifico nuovo quadro, ancor prima che si possa dire ‘Roma’ ”.

Tra gli eventi maggiormente attesi c’è l’assegnazione del nuovo premio Vanity Fair International Award for Cinematic Ecxellence a Rise of Guardians, che in Italia uscirà con il titolo Le 5 leggende, ultimo film della DreamWorks Animation SKG. Il film infatti si è saputo distinguere nel cinema contemporaneo per l’innovazione artistica e strategica che ha portato nella realtà produttiva e distributiva. Ultime voci confermano anche che la sezione Prospettive Italia si aprirà con il film Carlo! di Gianfranco Giagni e Fabio Ferzetti, prodotto da Marco Belardi, sulla vita familiare ed artistica di Carlo Verdone, mentre sarà il film Centro Històrico di Aki Kaurismäki, Pedro Costa, Victor Erice e Manoel de Oliveira ad aprire, in prima mondiale, la sezione Cinema XXI: un’opera divisa in quattro segmenti, ognuno affidato ad un diverso regista.