Elezioni 2013: prime proiezioni, a Roma Marino è in testa

elezioni-2013

Alle elezioni comunali svoltesi ieri e oggi in diverse regioni italiane, hanno votato in totale il 67,38% degli elettori a livello nazionale. Il dato è di quasi 15 punti percentuali inferiore rispetto alle precedenti elezioni omologhe. Per quanto riguarda Roma e la corsa al Campidoglio, hanno votato il 52,8% degli aventi diritto, quasi 21 punti percentuali in meno rispetto alle precedenti omologhe, quando votò il 73,6%. Questi sono i dati diffusi dal sito del Viminale.

Secondo la quinta proiezione dell’Istituto Piepoli per la Rai, nelle elezioni per il Comune di Roma risulta in vantaggio il candidato di centro sinistra, Ignazio Marino, che ha ottenuto fino a questo momento, il 43,04% dei voti. Subito dopo si colloca Gianni Alemanno del centro destra con il 30,16% mentre Marcello De Vito, del M5s, è al 12,41%, Alfio Marchini, Listeciviche al 9,19% e Sandro Medici al 2,4%. Il campione della proiezione è pari al 34,8%.

Ignazio Marino si è detto soddisfatto di queste prime proiezioni. C’é desiderio di cambiare in questa città. Questo emerge. E’ ciò che ho sentito in queste settimane tra i giovani, tra chi non ha casa e chi non ha lavoro. La corsa elettorale continua. Da domani tornerò nelle periferie, ad ascoltare le persone e le difficoltà della qualità della vita di ogni giorno. C’é bisogno di una rinascita”, ha detto Marino, mentre Alemanno ha commentato i primi risultati dicendo: “Per me la partita è aperta. Bisogna combattere fino alla fine per il bene di Roma. Il ballottaggio non è il secondo tempo di una partita ma una partita totalmente diversa”. 

 

Aggiungi un commento!