Metodo Di Bella: gli effetti antitumorali della melatonina

metodo-di-bella-gli-effetti-antitumorali-della-melatoninaMETODO DI BELLA – Nell’ultimo ventennio è un susseguirsi di ricerche e pubblicazione riguardante la scoperta di farmaci che possano curare il cancro.
In questo panorama non mancano quelli che possiamo definire “Stregoni”, che sfruttano il dolore della gente per arricchirsi, proponendo cure prive di efficacia.
Recentemente la rivista internazionale “Journal Molecular  Sciences”, ha reso noto uno studio in cui si evidenzia il ruolo della melatonina come antitumorale.  Questo elemento, da sempre è inserito nella terapia del dottor Di Bella, che aveva costatato una correlazione tra l’aggressività del tumore e la scarsità di melatonina che è prodotta dal nostro organismo.

La ricerca in questione, si riferisce anche alle altre molecole del MD8, capaci di agire contemporaneamente con la melatonina, confermando, in questo modo, le basi scientifiche della cura.   Lo studio documenta quelle che sono le diverse funzioni della melatonina per quanto riguarda la prevenzione, oltre alla cura dei tumori, delle malattie del sangue e di quelle degenerative, riconoscendo di fatto, tutto il lavoro svolto in precedenza dal professor Di Bella.

Lo scienziato italiano affermò già in passato che la melatonina da sola non può guarire nessun tumore, ma senza di essa è molto difficile, se non impossibile arrivare alla guarigione di una patologia oncologica.
Una successiva pubblicazione scientifica afferma che con la terapia Di bella si è notato un notevole progresso per quel che riguarda la cura dei linfomi.
Si tratta di importanti  conferme scientifiche internazionali che pongono in evidenza la validità del  metodo del professor Di Bella, e che smentiscono ampiamente, la stana sperimentazione ministeriale datata 1998