Pdl, Berlusconi: “sto lavorando per coesione e unità del movimento”

berlusconi-alfano-pdl

Ancora in alto mare il progetto di un nuovo Pdl, intanto Berlusconi vorrebbe equilibrio. Non è ancora chiara la maniera in cui si vorrà procedere né si hanno notizie su quella che sarà la nuova struttura. Resta però abbastanza chiara la divisione d’intenti tra i ‘lealisti’ e gli ‘alfaniani’. E’ proprio questa situazione di stallo che però mette in difficoltà Silvio Berlusconi il quale ora più che mai avrebbe invece, bisogno del sostegno di un partito unito ed equilibrato per affrontare al meglio le vicende giudiziarie e personali che lo riguardano.  “Certo, abbiamo parlato anche del futuro del nostro movimento politico e al momento opportuno saranno comunicate le decisioni. Questo è quanto ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a proposito del colloquio avuto ieri con Berlusconi.  Intanto è stato smentito questa mattina il fatto che il Cavaliere avrebbe parlato di ‘traditori’. A proposito delle divisioni interne al Pdl Alfano ha detto: “Non sono appassionato di ornitologia e per questo farò di tutto per chiudere in gabbia falchi e colombe. Resteremo uniti , non ci divideremo. Questa è la nostra scelta: discutere fino a quando non arriveremo all’obiettivo dell’unità. Su tutto ciò c’è il grandissimo impegno di Berlusconi“. Poi Alfano ha parlato anche di Berlusconi: “noi pensiamo che in questi venti anni Berlusconi abbia subito una persecuzione giudiziaria, che sia stato perseguitato dalla giustizia. Rispetto a quanto è stato detto dalla sinistra sulla fine di un ventennio, non sarà né il Pd né un altro esponente della sinistra a dire se quel ventennio è finito. Saranno gli elettori a stabilire se è finito un ciclo”. Al colloquio del Pdl si è discusso anche in merito alla legge di stabilità e ai problemi economici in cui versa l’Italia.

Berlusconi intanto dice di lavorare per l’unità del movimento. “Leggo sui giornali una serie di dichiarazioni che mi vengono attribuite in merito al mio movimento e che non ho pronunciato. Sto lavorando proprio per la coesione e per l’unità del movimento. Questo è il mio unico obiettivo ed è certamente condiviso dai milioni di italiani che ci hanno votato e da tutti gli esponenti del Pdl. Nessuno vuol sentir parlare di contrasti e di frizioni, se non i nostri avversari. Continuerò a impegnarmi a fondo per non deludere i nostri elettori“.