Addio alla cometa Ison distrutta dal Sole

La cometa Ison sembrava destinata a diventare la cometa del secolo per la sua grande luminosità, ma il passaggio al perielio, il punto della sua orbita più vicino al Sole, le è stato fatale.
La cometa, un ammasso di roccia, polveri e ghiaccio si è frantumata probabilmente in molti pezzi o addirittura in parte vaporizzata quando è passata ad appena 1,2 km dalla superficie solare alle 20,37 ora italiana.

cometa-isonBIS

Ieri sera Ison è stata dichiarata persa dopo che non era riapparsa nel punto prestabilito e all’ora in cui la si attendeva, calcolati entrambi dai valori della sua orbita.
Le immagini inviate a Terra dai telescopi spaziali puntati sul Sole non segnalano la presenza di alcun oggetto simile ad una cometa integra, infatti un sostanzioso pezzo potrebbe essere sopravvissuto, come sembrano indicare alcune immagini da satellite. Le prossime ore potrebbero confermarlo o smentirlo, ma di certo non sarà lo spettacolo natalizio che attendevano in molti.