Giornalista Tg cacciata perché aveva una croce al collo

giornalista-norveglia-saelmann-croce

Giornalista del Tg offende l’Islam con una croce al collo, è stata cacciata. E’ accaduto in Norvegia che un noto volto televisivo della Nrk, Siv Kristin Saellmann, abbia dovuto subire le conseguenze del suo abbigliamento. La giornalista ha sottovalutato l’impatto mediatico e lo scalpore che avrebbe potuto causare indossando una catenina con una croce al collo. La Saellmann è stata rimossa dal suo incarico di condurre il Tg, cosa che faceva da tempo, per aver indossato una croce di pietre scure durante la conduzione. A far sentire la propria voce è stata la comunità locale islamica: “Non c’è neutralità nel suo abbigliamento”. Secondo il responsabile televisivo “i norvegesi adottano una politica chiara, e cioè che gli anchor vestano in modo neutrale… noi li incoraggiamo ad evitare di esibire gioielli che possano tradursi in simboli politici o religiosi” ed è per questo che si è deciso l’allontanamento della giornalista.

La Saellmann ha però risposto alle critiche della comunità islamica norvegese dichiarando di non aver mai avuto l’intenzione di provocare. “Non ho mai pensato che questa croce, lunga non più di un centimetro e mezzo e che mi era stata regalata da mio marito durante una recente vacanza a Dubai come semplice gioiello, potesse causare tanto clamore. Non ho indossato la croce per provocare. Sono cristiana ma finora ho visto croci un po’ ovunque, anche come oggetti di moda, e non credo che la gente reagisca per questo“. Queste le parole della giornalista. Tuttavia ha aggiunto “non voglio che le persone che mi guardano mentre faccio il mio lavoro di conduzione mi considerino in qualche modo di parte, voglio essere il più neutrale possibile“.