Governo, Letta: “Cuneo fiscale si può ridurre, dobbiamo decidere come”

governo-letta-imu

Niente più Imu, il governo decide di ridurre il carico fiscale, ma resta da stabilire come. “La seconda rata Imu non si pagherà. E’ un impegno assunto con il Parlamento e con gli italiani ed è un impegno che sarà mantenuto, che dovrà essere mantenuto“. Queste le parole di Angelino Alfano. In effetti nonostante le difficoltà economiche in cui versa l’Italia sembra proprio che secondo i calcoli del governo, l’Imu si possa eliminare. Il premier Enrico Letta che è intervenuto all’assemblea del Pd ha detto: ‘‘I sei mesi passati sono stati una continua corsa ad ostacoli, tutto questo ha caricato la legge di stabilità di eccessive aspettative. Chi governa oggi l’Italia deve dimostrare molta, molta serietà e responsabilità” così “ci aspettiamo che il Parlamento possa migliorare” la legge di stabilità ha aggiunto il Presidente del Consiglio. Il cuneo fiscale ”si può ridurre di più ma dobbiamo decidere come”. Così Letta si è espresso chiarendo che la legge di stabilità ”non è una legge finanziaria”.

Il viceministro dell’economia Fassina si mostra cauto in merito all’ipotesi di una drastica riduzione del carico fiscale.”Tanti hanno indicato un deficit di coraggio del governo, aspettiamo ora emendamenti coraggiosi che ci permettano di trovare risorse. Ma le condizioni non ci sono. Il governo tutto quello che poteva fare l’ha fatto. Non ci sono ‘tesoretti’ coperti, da tirare fuori al momento opportuno. Non ci sono 2 miliardi, non ce n’è nemmeno uno” ha detto Fassina rassicurando invece, sull’eliminazione della seconda rata dell’Imu.