Russia: artista inchioda i genitali in piazza per protesta

artista-russo-protesta-taglia-genitali

In Russia un artista si è inchiodato i genitali in piazza in segno di protesta. E’ accaduto a Mosca, in Piazza Rossa, che un artista ha scelto di mettere in pratica una quanto mai strana forma di protesta contro il Cremlino. L’artista russo autore del folle gesto è Pyotr Pavlensky, di 29 anni. Egli si è prima spogliato completamente e poi giunto in piazza si è inchiodato i genitali sul selciato. Il Mail online ha diffuso subito la curiosa notizia ed ha iniziato a far girare il video della performance. L’artista che ha scelto di compiere questo gesto così estremo è stato fermato dalla polizia e poi portato in ospedale. In un comunicato pubblicato sul sito web Grani.ru, l’artista russo ha spiegato le motivazioni del suo folle gesto. L’uomo ha detto che sta cercando di attirare l’attenzione della società russa in merito allo sviluppo di uno “stato di polizia”. In effetti Pavlensky non è nuovo ad atti tanto estremi. Alcuni mesi fa in occasione di una protesta contro l’incarcerazione di due componenti del gruppo delle Pussy Riot l’artista si era cucito la bocca.