Dolci: buoni, ma troppi danneggiano la memoria

dolci-natale

DOLCI– Specialmente a Natale sono consuete le grandi abbuffate di dolci. Ogni tanto è ammissibile uno strappo alla dieta, ma troppi dolci danneggiano la memoria. E’ stato dimostrato scientificamente che bastano poche dosi elevate di zucchero anche se consumate raramente, per alterare velocemente le nostre capacità cognitive. I danni che causa il troppo zucchero risultano poi permanenti. E’ stata una ricerca scientifica  a dimostrarlo. La rivista Brain, Behavior and Immunity ha pubblicato i risultati elaborati dai ricercatori della School of medical science della University of New South Wales, a Sydney in Australia. Gli esperimenti sono stati condotti sui topi e si è visto che dopo aver somministrato agli animali dosi elevate di acqua zuccherata, anche dopo aver ripreso un’alimentazione sana, i topi mostravano difficoltà nello svolgere le azioni che prima svolgevano con facilità. Questo perché elevate quantità di zucchero causano dei problemi di confusione e danneggiano l’area del cervello interessata alla memoria spaziale, l’ippocampo. “La scoperta è importante perché pensiamo possa fare luce anche sul processo di declino cognitivo umano” dice Margaret Morris, fra gli autori dello studio.