Nuovo governo: Letta si dimette, Pd con Renzi

nuovo-governo-letta-renzi

Enrico Letta si dimette, presto in atto un nuovo governo. Il Pd con il voto ha decretato la fine dell’esecutivo di Letta e quindi la nascita di un governo ‘nuovo’ spingendo affinché a guidarlo possa essere il segretario Renzi. L’obiettivo ultimo è quello di ottenere un “cambiamento radicale“. Letta messo in ginocchio dalla maggioranza del Partito Democratico che gli ha accordato la sfiducia, oggi, dopo un ultimo Consiglio dei ministri, rassegnerà le dimissioni presso il capo dello Stato, Giorgio Napolitano.

Eppure Letta era convinto di non voler mollare. Fino a ieri nonostante la forte pressione da parte del Pd ha rilanciato un nuovo programma e nonostante la volontà della maggioranza di evitare il palese voto di sfiducia, non accettava le dimissioni e voleva a tutti i costi che Renzi dichiarasse apertamente di voler prendere il suo posto. Poi è arrivata la resa.

Questo governo “viene fatto cadere in esito allo scontro interno al Pd” ha chiarito il leader di Ncd, Angelino Alfano, in conferenza stampa. “O si fanno grandi cose o per fare le piccole cose è meglio andare a votare” ha aggiunto Alfano. “Il governo avrebbe meritato parole più generose dal Pd. Mi sento in dovere di coscienza di spendere rispetto a questa esperienza di governo parole più generose di quelle sentite nella Direzione del Pd“.