India: Modi con il partito nazionalista indù vince le elezioni

Supporter of India's main opposition BJP holds cut-outs of BJP prime ministerial candidate Narendra Modi during a protest in New Delhi

Il partito nazionalista indù vince le elezioni in India. La coalizione di centrodestra guidata da Narendra Modi che aspira a diventare Premier, ha conquistato più di 300 seggi su 543 quindi anche se i risultati ufficiali dello spoglio non risultano ancora definitivi la vittoria appare certa. Sono stati raggiunti i seggi necessari per avere la maggioranza assoluta nel Lok Sabha, la Camera bassa del Parlamento indiano che permetterà al partito indù di governare senza apporti esterni.

Mentre per il centrodestra sono scoppiati i festeggiamenti, il partito del Congresso, legato dal punto di vista storico alla dinastia Nehru-Gandhi, ha riconosciuto l’avvenuta sconfitta. La destra torna così al potere in India dopo 10 anni. Sono iniziati i festeggiamenti davanti la sede del partito indù vincitore del Bharatya janata party, Bjp, a New Delhi. L’India ha vinto!, ha scritto su Twitter Modi che il 21 maggio subentrerà come primo ministro. c