Renzi contro Grillo: non si governa con la paura

governo-renzi-grillo

Renzi contro Grillo nel rash finale delle elezioni. Il premier parla chiaro. Non si governa con la paura, ma basandosi sulla fiducia.  Bisogna premere sulla “fiducia“, sul bisogno di “risposte concrete“. Renzi sottolinea la necessità di segnare con le azioni e il linguaggio la distanza da chi “urla e insulta” ma non ha la “credibilità” di rappresentare l’Italia in Europa.

A poca distanza dalle elezioni europee Matteo Renzi prende le distanze da Beppe Grillo. E’ convinto che con le sue azioni il governo farà la differenza. Si dice “molto ottimista” sul fatto che il messaggio di “speranza” vincerà alle urne. Il M5S “provoca” e urla sempre più forte perché “ha paura” del Pd. Il Premier dalle piazze si rivolge agli elettori: Non si può dare il loro voto a dei “buffoni“, perché non hanno “credibilità“. Dall’altro lato il Pd mostra invece, di possedere le giuste credenziali per portare avanti l’Italia con forza e determinazione. Questo è quanto appare chiaro da un’intervista di Renzi a Piazza Pulita. Il Pd quella credibilità ce l’ha e lo sta dimostrando con l’azione del governo.