Italia in recessione: Pil giù, mai situazione così drammatica

Italia in recessione. Contro ogni aspettativa il nostro paese è ripiombato nella recessione. I dati Istat relativi a questo secondo semestre hanno infatti riferito che non solo l’Italia non cresce dal punto di vista dello sviluppo economico, ma che addirittura sta tornando indietro. Il Pil è calato dello 0,2%. Il dato è veramente drammatico perchè il Pil è arrivato a toccare il livello più basso degli ultimi quattordici anni.

matteo-renzi-pil

Dopo aver appreso la notizia il Premier Renzi ha subito dichiarato che adesso serve “coraggio” per “invertire la rotta“, perché l‘Italia ha le carte per uscire dalla crisi, “ma deve cambiare. Così nonostante l’esito negativo dei dati Istat che ha influenzato non poco anche la borsa italiana, Renzi è deciso ad andare avanti con le riforme. Avanti soprattutto con le privatizzazioni, “ma non con l’ansia di chi ha bisogno di realizzare“. Questo è quanto ha detto Matteo Renzi durante un’intervista al ‘Messaggero’: “Questo non è il momento di svendere“.  Ha poi aggiunto: “Iniziamo a disboscare la giungla di partecipate, di poltrone, dicendo ai sindaci: noi vi diamo gli incentivi, ma voi mettete insieme le aziende“.

Quindi a conti fatti la linea di condotta dell’Italia non cambia, bisognerà solo lavorare di più.

Aggiungi un commento!