Addio Centovetrine: la soap di rete 4 chiude. Nuovi disoccupati in arrivo?

anticipazioni-centovetrine-dal-3-al-7-giugno-e1370194396516

Centovetrine chiude. La soap smetterà di esistere alla 15esima stagione. “Ci sono riusciti a farla chiudere“, queste sono le parole di una delle attrici, Barbara Clara, protagonista delle storie che si svolgevano nello shopping center di Torino, prima in onda su Canale 5 e poi retrocesso su Rete 4. Continui sballottamenti, cambi di orari, e infine il passaggio su un altro canale, hanno portata ad una “chiusura annunciata” della soap. Era questione di tempo, tante manovre hanno insospettito i telespettatori e poi sorpreso gli stessi attori, che sono venuti a conoscenza della notizia attraverso giornali on line.

La soap ha registrato un calo di ascolti nell’ultimo anno, da qui una serie di decisioni che non hanno giovato al prodotto di Mediavivere, prima fra tutte il licenziamento di uno degli attori nati con la soap: Pietro Genuardi, nel ruolo di “Ivan Bettini”. Cosa è dovuto questo improvviso insuccesso della soap? L’incapacità da parte degli autori di reinventarsi creando nuove storie? I costi di produzione erano davvero così alti? Eppure ci sono soap che resistono al tempo: senza citare successi oltreoceano, come Beautiful, possiamo tranquillamente parlare di “Un posto al sole“, soap di Rai 3: un posto al sole che non tramonta da 19 anni. Oppure l’imbattibile “Segreto”, telenovela spagnola, ha schiacciato, involontariamente, le storie del centro commerciale di Torino? Magari visto il successo riportato da Boomerang TV, anche tra i nostri telespettatori, hanno messo in condizioni la tv italiana a produrre una soap simile? O magari ci rifileranno un altro polpettone di storie pre Barbara D’Urso? Questo, purtroppo, non è dato sapere. L’unica certezza è che lo staff di Centovetrine, sia attori che tecnici, si ritroveranno presto senza un lavoro. E intanto, ai fan, non resta che attendere l’annuncio ufficiale della decisione da parte di

Mediaset.