Attentato Tunisi, Museo del Bardo: 19 morti tra cui anche italiani

tunisi-attentato-museo-del-bardo

UPDATE – Alle 17:55, l’AGI,  riporta che l’attacco al Museo del Bardo di Tunisi si è concluso con 21 morti, tra cui 17 turisti, forse presenti anche italiani, dove due terroristi armati di kalashnikov sono rimasti asserragliati per piu’ di due ore dopo aver preso in ostaggio decine di persone. Il blitz delle forze di sicurezza ha messo fine all’assedio e ha ucciso i due uomini del commando. Il bilancio dei morti tuttavia non è costante, varia a seconda delle testate giornalistiche. Sky News parla di 8 vittime, ma il numero non è preciso.

Sono le 12:46 quando l’agenzia ufficiale di stampa tunisina riferisce di colpi di arma da fuoco proveniente dall’edificio che ospita il parlamento a Tunisi e di una massiccia componenti di poliziotti pronti a far evacuare l’edificio. Dopo pochi istanti l’agenzia di stamapa internazionale Reuters aggiunge un dettaglio citando le radio locali: tre uomini armati hanno assaltato il palazzo.

I tre terroristi tentano di attaccare il parlamento ma vengono respinti dagli agenti di sicurezza, insospettiti dal fatto che le loro armi erano diverse da quelle in dotazione all’esercito. Poi si rifugiano nel vicino Museo del Bardo, il più antico del mondo arabo, noto per la più ricca collezione di mosaici romani. I tre miliziani prendono in ostaggio un gruppo di turisti stranieri.
Così una radio tunisina fornisce il primo bilancio delle vittime: 4 morti. Intanto gli uomini armati restano barricati nel museo che nel frattempo è stato circondato dalle forze dell’ordine. La deputata Sayida Ounissi scrive su Twitter che l’attacco del commando armato al Parlamento tunisino è avvenuto mentre era in corso un’audizione sulle forze armate per la lotta al terrorismo. Al momento dell’attacco più di 200 turisti erano all’interno del museo.

Col trascorrere delle ore il bilancio delle vittime è aumentato: sono 19 i morti, di cui almeno un italiano. Tuttavia il ministro degli Esteri non può confermare la notizia e riferisce soltanto di due feriti italiani. Federica Mogherini, ,’altra rappresentante dell’Unione europea per la politica estera e di sicurezza ha attribuito l’attacco a Stato Islamico. Secondo il premier Essid, la maggior parte delle vittime, 17 persone, sono turisti stranieri, oltre a un cittadino tunisino e a un agente di polizia. I militanti – almeno due – si sono asserragliati poi per oltre due ore nell’edificio con un numero imprecisato di ostaggi. Poi, successivamente, è scattato un raid delle forze dell’ordine, che ha portato alla liberazione degli ostaggi.

In una nota si legge del premier italiano, Matteo Renzi: “condanna con fermezza gli atti criminali di Tunisi che vedono, purtroppo, coinvolti anche cittadini italiani ed esprime vicinanza al governo e alle autorità tunisine di fronte a un attacco tanto sanguinoso e alla minaccia terroristica in Africa e nel mondo