C’è posta per te: Keanu Reeves una storia d’orgolio e d’amore

c'è-posta-per-te-keanu-reeves

E’ uno degli attori più richiesti nel panorama del cinema mondiale. E’ stato il divo di Matrix, il film che ha anticipato l’importanza di una nuova tecnologia che da li a breve tutto il mondo vi avrebbe avuto accesso: Internet. Stasera Keanu Reeves ha partecipato ad una delle storie raccontate da Maria De Filippi nel programma “C’è posta per te“. Insieme ad altri tre ragazzi è stato il protagonista di una storia molto commuovente, fatta di orgoglio e allo stesso tempo di umiltà, d’amore e rispetto e l’attore hollywoodiano incarna tutti e tre questi aspetti, nonostante la profonda differenza di classe sociale tra i protagonisti in studio.

Reeves fa la sua entrata in casa De Filippi, e nonostante la sua fama subito dimostra di saper adattarsi ad ogni situazione e quando Mari gli pone una serie di domande lui risponde: “Mi commuove sempre andare via da casa, dagli affetti e dalle cose cui sono legato. Ciò che invece mi fa sorridere è attendere con ansia di salire a cavallo di una moto“. Poi è ovviamente giunto il momento di ascoltare la storia: si tratta di tre fratelli che si rivolgono ai genitori, il padre e la madre o matrigna che sia, che li ha cresciuti come se fossero i suoi figli naturali, visto che i tre ragazzi hanno perso la madre quando erano ancora molto piccoli. Il padre ha dovuto superare una serie di difficoltà economiche, per portare avanti la famiglia da solo doveva lavorare sodo, e non riuscendo ad accudirli, pur di non separarli, è stato costretto ad affidarli alle cure di una casa famiglia, luogo in cui avrebbe potuto anche studiare. Tre anni dopo, il padre, incontra una donna che diventerà poi sua moglie, una donna che è riuscita ad essere per questi ragazzi la madre che la vita gli ha sottratto.

L’obiettivo dei ragazzi è quello di convincere i genitori che hanno fatto tanto per loro, e invidandoli a non sentirsi in colpa per averli lasciati in istituto e che adesso tocca a loro aiutarli, i figli sono la loro seconda possibilità: ed per questo che hanno scelto Keanu Reeves per rappresentare la loro storia, visto che l’attore, nei suoi film, ha sempre una seconda possibilità per riscattarsi.

I genitori accettano dunque di mettere da parte l’orgoglio e chiedere aiuto quando ce n’è sarà bisogno, così entra in scena Reeves, e fa promettere alla coppia che non nasconderanno più nulla ai figli pur di non chiedergli una mano:

Ascoltando la vostra storia sono rimasto molto colpito per le grandi difficoltà che avete superato, per il fatto che siate rimasi uniti nonostante tutto. – Continua – Quello che ho visto nei vostri figli è quello che spero di vedere nei miei figli quando un giorno ne avrò.

I genitori dunque hanno accettato le condizioni dei figli, dopo tanti sacrifici per crescerli ora sono loro che hanno voglia di dimostrare qualcosa ai loro genitori: così ricevono in dono una macchina per cucire, lamette da barba e un portafogli colmo di banconote, che papà Domenico, tuttavia ha fatto fatica ad accettare.
Intanto sui social network il commento al veleno non poteva mancare: Keanu Reeves pare non sia stato riconosciuto dai genitori, ma evidentemente è stata solo la loro pacatezza e mortificazione (senza ragione) a non farli esplodere di emozione, il papà ha sorriso quando ha visto l’attore, ma si è trattenuto. Quindi attinenza o meno, il collegamento che i figli hanno fatto con Reevs è concreto: una storia di sofferenza che viene ogni giorno nascosta da parte dei coniugi e dallo stesso Reevs che ha un passato burrascoso e del quale non ama parlare.

I sentimenti dell’attore sono stati messi a dura prova più di una volta: oggi, a 50 anni, si dichiara felicemente single affermando di non aver tempo trovare l’amore perché è sempre in giro per il mondo. Ma in realtà Keanu Reevs ha molto sofferto: con la sua compagna di vecchia data, Jennifer Syme, nel 1999 ebbe una figlia, che purtroppo nacque morta, e per la quale avevano scelto già un nome: Ava Archer. Il destino però si accanisce contro l’attore e un anno dopo muore anche la compagna, coinvolta in un incidente stradale mentre ritornava da una festa data da Marylin Manson, e da quel momento Keanu Reeves non è riuscito più a vivere storie d’amore importanti: inoltre è molto riservato sul suo passato, e la stessa riservatezza che sicuramente condivide con i coniugi Domenico e Anna.