Il sangue di San Gennaro si liquefa tra le mani di Papa Francesco

ITALY-VATICAN-POPE-VISIT

NAPOLI – Per la prima volta il sangue di San Gennaro si sciolse ai tempi di Costantino I, intorno al 300 d.C. e oggi, 21 marzo 2015, per la prima volta si è liquefatto tra le mani di un Papa: Papa Francesco. A darne l’annuncio è stato il cardinale Crescenzio Sepe, sottolineando il prodigio; ma il sangue si è sciolto per metà. E ovviamente, Papa Bergoglio, non poteva non cogliere l’occasione di fare una delle sue adorabili battute: probabilmente San Gennaro ha fatto sciogliere il suo sangue per una conversione completa dei suoi fedeli.

Nel Duomo di Napoli, dove si svolgeva la funzione, allo scioglimento del sangue del Santo si è elevato un enorme boato, tanto che è stato trasmesso in differita dal maxischermo fatto montare dal Comune e dalla Curia proprio fuori la grande Chiesa.

In precedenza anche Papa Giovanni Paolo II e Benedetto XVI si erano recati al duomo di Napoli per far visita alle spoglie del Santo, ma in quella occasione il sangue non si sciolse. La leggenda racconta di una sola testimonianza, in passato, in cui il sangue si è sciolto tra le mani di un Papa, Pio IX. Ma ovviamente non ci sono testimonianze concrete come queste, che potrà essere tramandate alle generazioni future. Ricordiamo inoltre che il Pio IX fu costretto a scappare da Roma, cacciato dalle truppe francesi e la storiella del sangue sarebbe servita per riaccreditare favori al Papa.