Napoli nasce il “Buca Day”, donna ferita: incappa in un gran fosso

napoli-buca-day-galleria-vittoria

Napoli è piena di buche, e questa non è una novità! La ricostruzione delle strade è andata a rilento in questi ultimi 4 anni, se non addirittura inesistente. Toppe qua è la hanno riempito tutti i fossi che si ripetono a breve distanza per le vie principali del centro. Non ultima è la grande buca che si trova nei pressi della Galleria Vittoria, che ha provocato la caduta di una donna su uno scooter. Per fortuna non è grave, ma le sarebbe potuta andare peggio.

E’ accaduto ieri intorno alle 13:30 mentre la donna percorreva il tunnel che collega via Acton con la via del rione della Vittoria. A darne notizia è stata la radio attraverso i giornalisti Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli, nel loro programma La Radiazza: “La scooterista se l’è cavata solo con una sbucciatura al ginocchio e una bella paura – commentano – ma noi troviamo incredibile che questo “fosso” nonostante i tanti incidenti che ha causato non sia mai stato aggiustato a dovere”.

Otturazioni da dentista negligente! A chi dare la colpa? Al comune che non nomina delle ditte che compiono bene il loro lavoro o la manutenzione è consapevolmente assente? Questo non è dato sapere, e così i cittadini di Napoli, che non ne possono più di buche e voragini

Buca day è la protesta dei cittadini contro stanno organizzando per sottolineare il dissesto delle strade partenopee. Viaggiare, e il solo camminare, in queste condizione è pericoloso: “Per questo – spiegano i giornalisti – venerdì 13 marzo realizzeremo il primo “buca day” napoletano con tanti “fossi” che saranno segnalati e riempiti con oggetti di fortuna, piante, fiori e cartelli di pericolo per protesta verso l’inattività e inefficienza della pubblica amministrazione. Intanto abbiamo lanciato le ronde delle buche. Alcuni volontari presidieranno le zone più a rischio per evitare che i guidatori finiscano dentro le buche e si facciano male”.