Bologna, incendio doloso alle ferrovie: comparse scritte antirazziste

Bologna, incendio doloso alla stazione centrale

BOLOGNA – Sabotata la linea ad alta velocità. Incendio doloso nella stazione di Bologna, sui muri sono comparse scritte contro il razzismo e la chiusura delle frontiere. Il fuoco ha danneggiato i cavi della trasmissione dati per la gestione del traffico ferroviario che interessano le linee da e per Milano e Verona. Sul posto sono intervenute le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana e sul caso indagano Polfer e Digos.

Oggi a Bologna è atteso il leader della Lega Matteo Salvini. La città si preparava alla manifestazione della Lega Nord con l’adesione del Centrodestra, con Berlusconi e Meloni e una serie di contromanifestazioni. Salvini in un suo tweet ha dichiarato: “Splendida domenica Amici! Di notte è stata danneggiata in diversi punti la linea ferroviaria fra Milano e Bologna, ora rallentata: ‘Incendio antirazzista’ scrivono alcuni siti. INCENDIO ANTIRAZZISTA??? In galera questi delinquenti, altro che balle. BOLOGNA, stiamo arrivando“.

Bologna contro l'arrivo di Matteo Salvini

BOLOGNA BLINDATA – Dopo l’incendio Piazza Maggiore, dove avverrà la manifestazione, risulta blindata fin dalle prime ore del mattino. E’ imponente lo spiegamento delle forze dell’ordine. Già montati gli stand di Lega nord dove vi sono bandiere e gadget, compresi occhiali con la scritta “I love ruspa”. Tuttavia, per la città, sono numerosi i cortei anti Matteo Salvini.