Vasco Rossi su Facebook: “Sto nell’enciclopedia Treccani”

Vasco Rossi ha annunciato su Facebook di essere stato aggiunto nell’enciclopedia Treccani. Questo è sicuramente un grande riconoscimento per uno dei rocker più amati d’Italia che è davvero orgoglioso di questa notizia e l’ha voluta subito condividere con i suoi fan attraverso il social network. Ha un bacino di fan che sfiora i 4 milioni e forse anche per questo la famosa enciclopedia gli ha dato l’onore di essere riportato al suo interno. Un riconoscimento che viene dato in genere dopo la morte. Quindi la gioia è ancora maggiore.
Vasco Rossi nella Treccani: la gioia del rocker su Facebook

L’annuncio della presenza di Vasco nell’enciclopedia Treccani è stato accolto dai fan con grande entusiasmo. Di certo lo stesso rocker di Zocca è stato felice di poter vedere di aver raggiunto un livello di prestigio molto elevato tanto da essere inserito tra i personaggi noti della storica e utilizzatissima enciclopedia. Ma cosa c’è scritto sotto il nome Vasco Rossi? Ecco qui cosa è riportato nella nota di Treccani.

“Róssi, Vasco. – Cantautore italiano (n. Zocca 1952). Esordì nel 1977 in una vena ancora melodica per dare tre anni dopo alla sua produzione un’impronta più rock e aggressiva, non solo nella musica ma anche nell’adozione di una lingua gergale, di melodie affini alla prosodia del parlato, di tematiche ispirate alla marginalità sociale e alla trasgressività come ideale di vita, ma non prive di spirito e ironia. Nel 1983 la partecipazione al Festival di Sanremo con Vita spericolata consacrò la sua immagine di poeta-rock “maledetto” e idolatrato dal pubblico”.

Poi arriva una lunga parte dedicata alla sua discografia musicale che può essere anche l’occasione per i fan di fare un ripasso di tutti i suoi album: “La sua crescente popolarità negli anni Novanta ne ha fatto uno degli artisti italiani più seguiti dal vivo (celebri, tra gli altri, il concerto Rock sotto l’assedio nel 1995 contro la guerra in Iugoslavia e quello di Imola nel1998). Tra gli album più rappresentativi si ricordano: Siamo solo noi (1981); Vado al massimo (1982); Bollicine (1983); C’è chi dice no (1987); Liberi liberi (1989); Gli spari sopra (1992); Nessun pericolo per te (1996); Canzoni per me (1998); Rewind (1999); Stupido hotel (2001); Buoni o cattivi (2004); Il mondo che vorrei (2008); Vivere o niente (2011)”.

Le news su Vasco sono riportate nell’ultima parte della nota della Treccani: “Nel giugno 2011 ha annunciato il suo ritiro dal palco nel corso del fortunato tour Vasco Live Kom 011; nello stesso anno ha presentato I soliti, l’inedito che chiude il docu-film autobiografico realizzato da S. Righetti e A. Paris Questa storia qua, e pubblicato la raccolta di riflessioni e scritti sparsi dal titolo La versione di Vasco, mentre nel 2012 sono usciti gli album L’altra metà del cielo e Live Kom 011: The complete edition, contenente registrazioni live tratte dal tour omonimo. Dal 2013 è tornato sul palco, proseguendo il tour del 2011, ed è del 2014 il suo ultimo album Sono innocente”.

Vasco Rossi nella Enciclopedia TreccaniLa Treccani dedica una voce a Vasco Rossi. “Tra i più rappresentativi artisti…

Posted by Vasco Rossi on Mercoledì 16 dicembre 2015