C’è posta per te 2016: continua il filone delle famiglie divise

A “C’è posta per te” sembra che Maria De Filippi stia inseguendo un nuovo filone che raccoglie uno strepitoso successo trascinando con se la polemica per via delle storie un po’ “soap” che propone nel corso della puntata. Stavolta la protagonista è Tatiana e i suoi genitori, l’ennesima storia di una famiglia divisa a metà che sembra suscitare particolare interesse negli italiani del sabato sera.

C'è posta per te 2016, Tatiana chiude la busta

E’ la seconda volta che Maria non riesce a far rappacificare le famiglie, probabilmente complice il fatto che i giovani non sanno più perdonare. A chiamare la ragazza e il marito calabrese sono stati proprio i genitori di Tatiana. All’epoca, il fidanzato della figlia, era stato accettato di buon grado dalla famiglia, ma a quanto pare a causa di alcune difficoltà economiche il papà e la mamma di Tatiana non sono stati in grado di adempiere agli impegni promessi inizialmente affinché i due si sposassero. Un episodio che ha spinto Tatiana a non voler più sentire i genitori e lo ha fatto per quattro anni bloccando i loro contatti anche su WhatsApp e Facebook, impedendo loro di vedere i nipoti.

Tatiana dunque ascolta tutto quello che i genitori hanno da dire e replica: “Ho cambiato atteggiamento anche per la questione dei soldi, ma non solo”. Il marito si accoda: “Il problema è che Tatiana ha visto che i genitori non le sono stati vicini in una serie di cose”. A questo punto il papà di Tatiana non ci sta, si è rivolto al programma per chiederle scusa e mettere una pietra sul passato: “Il bene che ti vogliamo va oltre i soldi”.

La situazione in studio però diventa sempre più tesa e Tatiana rimprovera ancora i genitori parlando di “tante mancanze di affetto”, e alla fine non può fare altro che chiudere la busta. “Non riesco, mi hanno fatto soffrire, non riesco” lasciando lo studio insieme al marito.