Napoli, incendio campo Rom: “un avvelenamento di massa”

Un nuovo incendio avvelena Napoli. E’ avvenuto in un campo Rom dislocato tra Scampia, periferia a Nord della città, Melito e Mugnano, che fanno parte della provincia partenopea. Sono ormai anni che in questi campi vengono incendiati ogni tipo di materiale e gli amministratori della città non prendono provvedimenti per la risoluzione del problema. Le vicende della “terra dei fuochi” continuano: rom appiccano falò con materiale tossico e danneggiano non solo la loro comunità ma un’intera cittadina.

Napoli, incendio campo Rom a Scampia
Foto: Internapoli

Ci sono volute ore affinché i vigili del fuoco domassero le fiamme la scorsa notte. Il timore cresce da parte degli abitanti della zona che sembra essere abbandonata a se stessa. Il presidente dela Municipalità, Angelo Pisani,ha infatti dichiarato: “Il vento ha reso l’aria irrespirabile. I pericoli per la salute pubblica sono stati più volte segnalati ma da Palazzo San Giacomo nessun provvedimento, benché sia in atto un autentico avvelenamento di massa, che colpisce anche i bambini delle scuole adiacenti al campo rom”.