Dopo anni di battaglia finalmente, l’Italia, è riuscita ad abbattere il canone Telecom. Una stangata per la compagnia telefonica che dopo qualche tempo però è riuscita di nuovo ad imporre sul mercato ulteriori salassi aggirando quello che è il divieto Agcom di trasformare tutti i clienti a consumo in abbonati flat.

Telecom Italia aumenta i costi dei piani a consumo

La batosta andrà in vigore a partire dal primo aprile: i prezzi delle chiamate dai telefoni fissi ai cellulari nazionali aumenterà del 50% da 10 a 20 eurocent al minuto e in più torna anche il tanto odiato e temuto scatto alla risposta di ben 20 centesimi. Insomma i prezzi esorbitanti di Telecom Italia non sono tardati ad arrivare di nuovo nelle case dei cittadini del Belpaese.

Ovviamente questo tipo di piano tariffario andrà ad incidere solo sui vecchi abbonati che hanno una formula a “consumo”, e dovranno così dire addio al proprio piano precedentemente stipulato che cede il passo a questa nuovi costi al minuto e lo scatto alla risposta. Voi cosa ne pensate? Stavolta Telecom ha veramente esagerato?

Aggiungi un commento!