Dallas, protesta contro la polizia: donna fa scudo ai figli

La gente di Dallas protesta contro l’abuso di potere delle forze dell’ordine. Durante la sommossa popolare sono morti 5 poliziotti e sei feriti. I cecchini si sono appostati sui tetti delle case per sparare agli agenti di polizia.

Dallas: protesta contro l'abuso di potere della Polizia
Foto: AP

È un bagno di sangue nel capoluogo della contea del Texas. La protesta era in realtà una veglia nottura contro l’uccisione di due afroamericani in Lousiana e Minnesota.

Un centinaio di poliziotti sono stati dispiegati durante la marcia per protestare contro gli abusi della polizia. Ma come riferiscono alcuni media locali, alcuni uomini erano appostati per uccidere quanti più poliziotti possibile. A dirlo è il capo della polizia David Brown: “Secondo le prime ipotesi, i cecchini volevano operare insieme con fucili, da posizioni triangolate ed elevate in diversi punti del centro della città, seguendo il tragitto del corteo“.

Dallas: protesta contro l'abuso di potere della Polizia

L’obiettivo dei cecchini era dunque la polizia, ma durante la sparatoria è stata coinvolta un civile, una donna. Si chiama Shetamia Taylor ed è stata ferita alle gambe, per fortuna non è in pericolo di vita. Secondo quando riportano i giornali, la donna, appena uditi gli spari, si è gettata sui figli per proteggerli e fare da scudo.

Aggiungi un commento!