Pierluigi Pardo, giornalista sportivo e conduttore televisivo della trasmissione tv in onda su Italia 1, “Tiki Taka”, ha raccontato sulla sua pagina Facebook del dramma vissuto in queste ore. Coinvolte nell’attentato a Nizza e nel disastro ferroviario in Puglia delle persone a lui care. Solo una delle due si è miracolosamente salvata.

Pierluigi Pardo sulla strage di Nizza

Due eventi sconvolgenti, diversi, ma che fanno parte di una natura spietata. Di un destino più grande di noi stessi al quale non si può sfuggire.

Ci sono due notizie che hanno sconvolto me e tutti noi in questa settimana. Diverse, certamente. Lontane come la distanza che separa un tragico errore dal più vigliacco degli attentati. In tutte e due è rimasta coinvolta direttamente una persona alla quale voglio bene. Una si è miracolosamente salvata, l’altra no

Fa appello alla nostra umanità Pierluigi Pardo. Di averne sempre visto che il destino può portarci via da un momento all’altro:

Ecco, al netto di tutte le valutazioni sullo schifo di questo mondo, sui pericoli del terrorismo ‘diffuso’ e sull’arretratezza di certe tratte ferroviarie, rimane questa sensazione, di come il destino regoli implacabilmente le nostre vite” ha aggiunto ancora Pardo, per poi concludere: “Dovrebbe bastare questo per farci sentire fragili e quindi immediatamente benevoli, solidali verso gli altri. Perché nessuno di noi è al riparo dal destino. Nessuno, nemmeno il più potente della terra. E la distanza tra continuare a vivere, spaventati e feriti, oppure no, a volte passa per una frazione di secondo. E tutto ciò fa paura

Aggiungi un commento!