È ancora estate, sì! E fa ancora caldo. Quindi se vi venisse voglia di andare al cinema all’aperto non potrei fare altro che consigliarvi di vedere un remake della Disney ben fatto.

"Il drago invisibile", Walt Disney: lo stupore dei bambini riconnette gli adulti alla natura

Il film uscì nel 1977 col titolo “Elliot il drago invisibile” e vanta nel cast un incredibile mito come Robert Redford. La storia non è pretenziosa ma è tuttavia affascinante: c’è un intagliatore di legno che racconta ai bambini le storie di un drago nascosto nei boschi; poi c’è sua figlia Grace che fa la guardia forestale; e Pete un ragazzino che misteriosamente, per sei anni, è sopravvissuto da solo nella foresta.

Molti però non credono a questa storia. Com’è possibile che un bambino così piccolo sia riuscito a vivere da solo tra i pericoli presenti nella foresta? Si avanza l’ipotesi che qualcuno lo abbia aiutato.

Ma tutto, a metà strada tra realtà e fantasia, è possibile. Pete è un ragazzo speciale che aiuterà gli adulti di città a ricordare cose che hanno ormai dimenticato ma che non sono morte e che ognuno di loro ha dentro di se.

Pete insegnerà agli uomini a stupirsi e a meravigliarsi di nuovo, riallacciando un contatto con la natura. Paesaggi stupendi, e foreste a perdita d’occhio: il film è stato girato in Nuova Zelanda mentre il dragone è stato costruito a computer, ma è così ben fatto che vi sembrerà reale.

Il valore dell’amicizia è un altro elemento alla base dei film della Walt Disney e in questa pellicola è reso più saldo dalla natura che alle volte, per spirito di sopravvivenza, lega ancora di più le persone, anche se in questo caso il legame riguarda il piccolo Pete e un drago.

Se siete pronti a rilassarvi e a godere della splendida fotografia del film, sono sicura che questo film divertirà non solo i bambini, ma anche gli adulti.

Aggiungi un commento!