L’inerzia, la negligenza, la pigrizia? Come volete chiamarla? Probabilmente per uno di questi motivi Sabrina Misseri, condannata all’ergastolo per aver ucciso la cugina, Sarah Scazzi, verrà scarcerata.

Sabrina Misseri verrà scarcerata: colpa di una giustizia lenta

Ecco, ora possiamo dirlo: viviamo nell’Italia della vergogna! Il prossimo 15 ottobre, Sabrina, abbandonerà il carcere di Taranto dopo essere stata condannata in primo e secondo grado insieme alla madre, Cosima Serrano, e non perché è innocente, ma per scadenza dei termini di carcerazione preventiva che non può durare più di sei anni.

Sabrina Misseri condannata per l’omicidio Sarah Scazzi verrà liberata

Sabrina Misseri fu arrestata il 15 ottobre 2010, per aver ucciso l’adolescente cugina di Avetrana, e quindi il 15 ottobre del 2016 visto che il giudice non ha ancora scritto la sentenza definitiva, dovrà lasciare il carcere e aspettare a piede libero l’ultimo atto in Cassazione.

Un ritardo che fa storcere il naso a tutti gli italiani che hanno seguito le vicende della famiglia Scazzi che ingiustamente ha perso una figlia molto giovane. Purtroppo la corte d’Assise d’Appello di Taranto non ha fatto in tempo a depositare le motivazioni. Una proroga del giudice ha tirato l’altra fino a questa situazione di stallo. Questi termini di deposizione, invece, per la madre di Cosima scadranno il 26 maggio del 2017. Chissà se anche stavolta si ripeterà la medesima ingiusta vicenda che fa sentire i cittadini di questo Paese sempre meno protetti nei propri diritti.

Aggiungi un commento!