La minaccia dei tifosi: “Battete il Lecce oppure…”

Ultrà in azione durante la seduta: cori intimidatori, petardi, invasione di campo, manate a Belmonte e un eloquente striscione in vista del Lecce: “Il derby non si regala”. Il lavoro è stato interrotto e poi, con difficoltà, la Polizia ha riportato la calma

E’ rimasto un unico obiettivo per Bari e la sua città in questa stagione: vincere il derby con il Lecce. Attimi di tensione ieri, nell’antistadio del San Nicola, dove è stato esposto uno striscione eloquente da parte degli ultras dei galletti: “Il derby non si regala: vincere o so’…”. Se il Lecce dovesse vincere domenica sarebbe matematicamente salvo, questo, per i tifosi biancorossi, non deve accadere. I supporters ieri hanno anche rifilato un schiaffo a Belmonte, segno evidente di quanto possa essere pesante il clima in casa Bari. Per fortuna le forze dell’ordine hanno provveduto a ristabilire la calma, in una situazione che poteva facilmente degenerare. L’odio sportivo tra le due città è grande. Domenica, sarà più di una semplice partita di pallone. Per il Lecce c’è in ballo la salvezza, per il Bari l’ultima soddisfazione: battere i cugini e frenare la loro corsa alla salvezza.