Napoli 2011. Lettieri visita seggio e viene allontanato

Lettieri:"Non lo sapevo, ho chiesto scusa". Irregolarità. La questura: nessuna denuncia

NAPOLI – Inattesa (e vietatissima) visita del candidato sindaco del centrodestra, Gianni Lettieri al seggio elettorale dalla scuola 'Paolo Borsellino' di via Enrico Cosenz, nel quartiere Mercato, zona nella quale aveva abitato da ragazzo. Secondo quanto riportato dal sito de 'La Repubblica', l'ex presidente degli Industriali di Napoli, la cui comparsa ha destato imbarazzi e proteste, è stato allontanato dalla scuola.

'NON LO SAPEVO'. Lettieri avrebbe varcato la soglia e sarebbe entrato in alcune sezioni per chiedere informazioni sull'affluenza alle urne. A quel punto alcuni rappresentanti di lista dei partiti a sostegno di Luigi de Magistris avrebbero chiesto l'intervento della polizia. Lettieri, interpellato da Repubblica, ha risposto di non essere a conoscenza del fatto che il candidato non potesse essere presente nei seggi, confessando di essersi già 'affacciato' in altre sezioni elettorali senza che nessuno gli contestasse alcunché.

LA NOTA DEL CANDIDATO PDL. Lettieri, in una nota, ha spiegato così l'episodio: "Mi trovavo in quella zona perché c'era una processione mariana molto nota in una piazza vicina, alla Basilica del Carmine. I miei rappresentanti di lista mi hanno chiesto di fare una visita in alcune scuole e ho fatto una passeggiata nelle stradine che frequentavo durante l'infanzia per capire quali fossero le percentuali di voto a mezzogiorno. Ovviamente – ha precisato – ho rispettato il silenzio limitandomi a chiedere quale affluenza vi fosse. Un rappresentante di Di Pietro ha contestato la mia presenza e io mi sono prontamente allontanato". Lettieri ha poi chiosato: "Comunque non credo vi sia motivo di alcuna polemica sull'accaduto. Appare, invece, molto più grave l'episodio accaduto alla scuola Marino di Barra dove – ha denunciato – uno scrutatore ha chiesto il voto per de Magistris all'interno del seggio a un'anziana elettrice".

DICHIARAZIONI CASSATE. Tuttavia, come ha notato l'agenzia di stampa Tmnews, Lettieri, già questa mattina, dopo aver votato, aveva annunciato ai giornalisti: "Nel pomeriggio andrò in giro nei seggi con i miei collaboratori". Programma della giornata che era stato condito anche da frasi esplicite di propaganda elettorale, cassate dai cronisti per rispettare il silenzio di queste ore imposto dalla legge.

Il signor candidato sindaco non conosce bene tutte le regole. Speriamo che conosca quelle a tutela del cittadino se sarà lui a vincere il ballottaggio! E' il minimo che si richiede… dovrebbe almeno conoscere il regolamento stabilito dalla legge e dalla Prefettura!

fonte: casertace.it