Sbarcati a Lampedusa un migliaio di migranti

Nuova ondata di sbarchi a Lampedusa, dove nelle ultime ore sono stati soccorsi dalle motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza cinque barconi per un numero complessivo di oltre un migliaio di migranti. Un sesto barcone, anche questo alla deriva, è stato infine soccorso dalle motovedetta della Guardia Costiera.

Altri due barconi, dopo quello approdato stamani con 166 migranti, sono giunti a Lampedusa: a bordo complessivamente oltre 400 profughi partiti dalla Libia. Un terzo barcone alla deriva con circa 200 profughi, che era monitorato da una nave militare, e’ stato raggiunto da un’altra unita’ della Capitaneria che ha preso a bordo i migranti. Intorno a mezzogiorno è approdato nel porto commerciale di Lampedusa un barcone con circa 200 profughi a bordo, carico di bambini che, assieme alle loro mamme, sono stati trasferiti all’ospedale per i debiti controlli.

Trasferiti 129 minori
Lasceranno oggi Lampedusa i 129 minori ospiti del centro di accoglienza. I giovani, di eta’ compresa tra i 15 e i 17 anni, sono stati accompagnati dal centro di accoglienza al traghetto Siremar gia’ attraccato al porto vecchio di Lampedusa. Maroni: “L’Europa non sta facendo abbastanza” “L’Europa non sta facendo quello che si e’ impegnata a fare” per contrastare l’emergenza immigrati. Lo ha detto il ministro dell’Interno Roberto Maroni a margine della festa della Polizia Penitenziaria.
“L’Europa un mese fa aveva promesso iniziative che ancora oggi non sono state adottate, e a Lampedusa continuano ad arrivare profughi dalla Libia”, ha sostenuto il ministro secondo il quale, invece, “con la Tunisia l’accordo di rimpatrio sta funzionando”. Diversa la situazione con la Libia, “dove c’e’ la guerra e, finche’ questa durera’, continueranno ad arrivare profughi. Questo – ha concluso il ministro – e’ il problema”.