Ucciso Mullah Omar, è giallo

KABUL  – Il Mullah Omar, guida spirituale dei talebani afghani, sarebbe stato ucciso due giorni fa in Pakistan. Lo riferisce Tolo Tv che cita fonti anonime dei servizi di sicurezza di Kabul.

Secondo queste fonti la guida spirituale dei talebani afghani sarebbe stato ucciso in Pakistan mentre si trasferiva da Quetta verso il Waziristan settentrionale. Da parte sua l'agenzia di stampa Pajhwok, che pure cita una fonte anonima della sicurezza, sostiene che Omar è stato ucciso dai servizi di intelligence Isi e dalla Rete Haqqani, altro gruppo armato che si oppone al governo del presidente Hamid Karzai.

SERVIZI KABUL CONFERMANO MORTE 
 – Il portavoce dei servizi di intelligence afghani (Nds) ha confermato oggi ad una tv indiana che "in base a informazioni ricevute da capi talebani, il Mullah Omar è morto" due giorni fa. In una intervista telefonica con l'emittente "all news" indiana Times Now, il portavoce della Nds, Lutfullah Mashal, ha detto che "abbiamo parlato con responsabili talebani che ci hanno confermato l'uccisione in Pakistan del Mullah Omar".

AGENZIA IRAN,MULLAH OMAR UCCISO IN PAKISTAN – Il Mullah Omar sarebbe stato ucciso nel sud-ovest del Pakistan, non lontano dal confine con l'Iran, secondo quanto afferma l'agenzia iraniana Fars citando "fonti di sicurezza a Kabul".

TALEBANI PAKISTAN SMENTISCONO MORTE 
 – Un portavoce del movimento pachistano Tehrik-i-Taliban Pakistan (TTP) ha smentito oggi che il Mullah Omar sia stato ucciso. Rispondendo ad una domanda di un giornalista, un portavoce dei talebani pachistani vicini ad Al Qaida ha detto che "questa informazione è priva di fondamento".

Dopo i talebani pachistani, anche i talebani afghani hanno smentito oggi le notizie riguardanti l'uccisione del loro leader, Mullah Omar, in Pakistan. Rispondendo per telefono ad un giornalista, il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha detto: "Non può essere stato ucciso in Pakistan semplicemente perché lui si trova in Afghanistan".

ISAF NON PUO' CONFERMARE MORTE  – La Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf, sotto comando Nato) è al corrente delle notizie circolanti circa la possibile uccisione del Mullah Omar, ma non è in grado di confermarle. In una conferenza stampa oggi a Kabul in cui ha fornito un aggiornamento sulle operazioni dell'Isaf in tutto il paese, il portavoce dell'Isaf, generale Josef Blotz, ha detto: "Sappiamo che fonti pachistane parlano dell'uccisione del Mullah Omar, ma non non abbiamo elementi per confermarla".

(ANSA)