Desenzano: ucciso il barista marocchino dal ristoratore che non parla davanti al pm

A Desenzano, un cameriere marocchino è stato ucciso da un 46enne che si avvale della facoltà di non rispondere al pm Claudia Moregola.

Forse un diverbio sul luogo del lavoro che risale a qualche mese fa. Il movente non dovrebbe essere un problema legato a questioni di denaro, in particolare ai 1.200 euro tramite i quali doveva risolversi il rapporto di lavoro.

 

Il tragico delitto si consuma oggi, poco prima delle 17, nel ristorante il 'Gattopardo', dove il ristoratore omicida Gioacchino Farrugio ha freddato Imad El Kaalouli con sei colpi di pistola, colpendo di striscio anche il consulente del lavoro dello stesso. 

 

La squadra mobile della Questura di Brescia è al lavoro da tante ore ormai per ricostruire la dinamica del delitto, l'arma del Farruggio, una semiautomatica, è stata posta sotto sequestro.