Google+ il nuovo social network di BigG. La sfida con Facebook è partita…?

Google+ un nuovo social network, un progetto accattivante e una nuova 'top-bar' disegnata dal colosso di Mountan View.

 

Non bisogna commettere l'errore di considerare Google+ 'solo' come un social network. G+ è un insieme di prodotti che hanno come comune denominatore il fatto di voler migliorare la comunicazione tra le persone online.

 

Google Circles fa parte di questo nuovo progetto: permette di creare gruppi di persone, mettendole insieme per interessi, per conoscenze o secondo qualsiasi altro criterio. Dal video sembra che avvenga tutto in modo molto facile e veloce, consentendo poi di dialogare con i membri all'interno di un determinato gruppo.

 

Ogni cerchio sembra diventi una piccola community dove poter dialogare, inviare file e una serie di altre attività per manenersi in contatto.

Come si utilizzano i Circles? Tramite la barra di navigazione, appunto posta in alto a tutte le pagine di bigG. Quando vorremo condividere qualcosa potremo farlo direttamente da questa selezionando il cerchio di amici.

 

Google Sparks, invece, definisce un motore di ricerca sociale, infatti si possono cercare contenuti e decidere di aggiungerli ai propri interessi, indipendentemente dal fatto che siano video, post di blog o articoli.

 

Ma ovviamente sono tanti i servizi, come la comunicazione diretta in video, tramite il browser e la cerchia di amici che viene selezionata con Circles. Una features che molti pensano possa dar fastidio a Skype, in quanto consentirà la videocomunicazione senza l'ultiizzo di client o protocolli aggiuntivi. Ma in questo caso anche il punto di vista 'visivo' cambia ed è davvero rivoluzionario. Non ci sono più tnati video per quanti sono i partecipanti (il cui numero è comunque limitato a 10", ma ce un unico video, un vero e proprio montaggio di scena che cambia 'inquadratura' a seconda di chiprende la parola.

 

Per ora Google+ è ad invito e non bisogna commettere l'errore di paragonarlo a Facebook, anche se si presenta come il miglior strumento di attacco al grande social network. Dovrà essere in grado di attirare tutta quella clientela che non si è fatta incantare da facebook e poi magari mirare ai frequentatori di FB.

 

Tuttavia anche BigG ci ha impiegato del tempo per costruire un proegetto ben conegianto prima di sfidare il social di Zuckerberg e non  bisogna fare altro che aspettare e guardare come google sarà in grado di prodorre il nuovo prodotto.