Jim Carrie ritorna a far ridere e ci fa anche pensare

LOS ANGELES –  Se orami la volgarità è incline al “volgare”, Jim Carrey propone in Mr. Popper’s Penguins un modo di ridere leggero e “per famiglie”. Il 49enne lavora con Carla Gugino e con dei veri pinguini, un regalo che Mr. Popper, agente immobiliare di Manhattan, divorziato, riceve come ultimo souvenir dal padre scomparso.

jim-carrey

Ma queste creature, nel loft del personaggio interpretato da Carrey, non fanno solo danni: lo spazio si trasforma poco a poco in una sorta di piccolo Polo Sud pieno di meraviglie, che ispira Popper a riscoprire il valore della famiglia e l’importanza degli affetti. Dopo aver sconfitto la depressione che lo avvolgeva da anni, Carrey, appare sorridente e sereno. Sarà anche per via della sua frequentazione di Echakart Tolle o della sua fede nel buddismo, ma Carrey sembra davvero cambiato.