Luigi Bisignani e Alfonso Papa | ricatti e misteri senza fine

Politicain primo pianoLuigi Bisignani e Alfonso Papa | ricatti e misteri senza fine

Data:

Per il PDL le cose peggiorano. Dopo le comunali e  la doppietta referendaria arriva l'inchiesta 'P4' della Procura di Napoli che ha portato agli arresti domiciliari di Luigi Bisignani (ex-giornalista dell'ansa radiato dall'ordine e uomo d'affari potente per la sua vicinanza a Silvio Berlusconi e Gianni Letta) arresto ai domiciliari e carcere per Alfonso Papa, parlamentare ed ex-magistrato.

Luigi Bisignani accusato di aver messo su un sistema informativo per costruire dossier e organizzare ricatti hanno messo all'opera i pm Francesco Greco, John Henry Woodcock e Franco Curcio che affermano di ritrovarsi tra le mani l'ennesima associazione a delinquere e proibita dalla legge Anselmi. Lo scorso 9 marzo l'ex- giornalista con l'intento di convincere i giudici di voler collaborare incomincia a fare i primi nomi importanti, coinvolti nel suo giro di informazioni

Tra i primi nomi spicca quello di un maresciallo del Ros dei carabiniri, Giuseppe Enrico La Monica, sfuggito all'arresto in Africa, che avrebbe contribuito a far acquisire a Papa notizie su indagini a carico di Bisignani e su una inchiesta di misura cautelare nei confronti della ex-compagna del potente uomo d'affari. In cambio Il Papa chiese di appoggiare la propria candidatura alle elezione del 2008. Sempre da quanto rivela Bisignani.

Spunta fuori anche il nome di Berlusconi, che in primo piano avrebbe aiutato, con l'aiuto di 'qualcuno', all'interno dell'Aise, L'Agenzia dei servizi segreti esterni, per aiutare lo stesso La Monica ad entrarvi ed in cambio avrebbe fornito informazioni su un presunto coinvolgimento dell'ex-presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino circa una indagine sul termovalorizzatore di Acerra.

E se tutto questo è ancora poco… sbuca fuori l'amicizia tra Bisignani e Italo Bocchino, il quale avrebbe informato il faccendiere dell'avvio di un'inchiesta (a Napoli) su Alfonso Papa che avrebbe chiesto all'amico se vi erano dettagli compromettenti sul suo conto. 

Una situazione ingarbugliata e difficile da capire se solo si pensa ai rapporti che Alfonso Papa aveva con pm, politici e uomini d'affari italiani per acquisire illegalmente notizie riservate: la loggia avrebbe informato Mauro Masi sull'andamento dell'inchiesta di Trani legata alle intercettazioni dlel'ex dirigente Rai con Giancarlo Innocenzi per ostacolare Annozero e contribuito all'acquisizione di notizie top secret su indagini nei confronti di Lorenzo Borgogni, direttore centrale delle Relazioni esterne di FInmeccanica.

Bisognerà aspettare i tempi della giunta per la richiesta di arresto in carcere dell'ex-magistrato Papi che ovviamente nega ogni cosa.

 

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Governo Draghi: ipotesi scioglimento Forza Nuova

Si fa avanti una nuova ipotesi sul tavolo di...

Green Pass obbligatorio? Come e dove

In queste ore il governo sta varando regole per...

Papa Francesco: “Il chiacchiericcio è una peste peggio del Covid”

Non è la prima volta che Papa Francesco torna...

Donald Trump: ok alla trivellazione del Rifugio Artico protetto da 60 anni

Un'area tutelata in maniera rigida da 60 anni, che...