Marco Mazzanti e la sua fidanzata Lea Vigetti: dal GF alla Cella

Marco Mazzanti, rubacuori della nona edizione del grande fratello (all'epoca aveva 23 anni ndr) è stato arrestato insieme a Lea Vigetti, la fidanzata 'ufficiale'.

 

Sono stati portati nella questura di Milano con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Tutto questo dopo aver offeso verbalmente, con espressioni razziste, un portiere filippino che aveva negato l'accesso in camera a Lea perché sprovvista di documenti di riconoscimento.

 

Entrambi, probabilmente, erano ubriachi e non hanno incassato la negazione ricevuta dall'usciere che ha avvertito la polizia. Ma i due non si sono fermati, anzi Lea ha morso un braccio del poliziotto! E Marco avrebbe insultato e spinto anche una cliente dell'hotel che si sarebbe lamentata delle urla.

 

Ricordiamo che il trascorso di Marco Mazzanti non è stato tanto felice all'interno della casa del GF. In quanto durante la trasmissione intraprese una relazione con la concorrente/coinquilina Vanessa Ravizza mentre fuori lo aspettava la sua fidanzata, senonché Lea. 

 

Dopo varie peripezie Marco e Lea, a fine programma, sono ritornati assieme e hanno ricostruito il loro rapporto d'amore. Ma dopo tanto tempo di buio e silenzio ecco che tornano a far parlare di loro, certo non in modo positivo.