Monza: lite tra ragazzi, muore 18enne sgozzato con una bottiglia

A Sovico, in provincia di Monza e Brianza, è finita tragicamente una lite per futili motivi. Un ragazzo di 18 anni, Lorenzo Cenzato, è morto dopo esser stato colpito con un coccio di bottiglia che gli ha totalmente reciso l'arteria carotide. Il ragazzo è stato subito soccorso in elicottero che lo ha trasportato in ospedale ma non c'è stato nulla da fare, è morto poco dopo. 

L'episodio è avvenuto dopo le 15; il ragazzo era con quattro amici in Piazza Arturo Riva, al centro del paese nelle vicinanze della biblioteca, l'oratorio e il centro civico "Aldo Moro" sede di varie associazioni. Al gruppo di ragazzi si è avvicinato un ragazzino sudamericano su di uno scooter e hanno incominciato a giocare a carte, e probabilmente da questo 'giuoco' che è nata la lite, fatto sta che il ragazzo straniero ha afferrato una bottiglia e l'ha spezzata contro Lorenzo, un solo colpo mortale alla gola. Poi l'aggressore è fuggito mentre i presenti hanno contattato i soccorsi, ma sono valsi a nulla i 30 minuti di massaggio cardiaco.

Tuttavia i carabinieri di Monza e Biassono hanno identificato l'aggressore, un minorenne sudafricano. Quattro persone, intanto, in qualità di testimoni sono state ascoltate. Nel frattempo sul luogo del delitto si sono radunati amici e parenti della vittima, ovviamente in lacrime. 

Lorenzo era nato nel febbraio del '93, fresco di maturità si era appena iscritto ad un corso di Agraria e preparava anche l'esame per la patente di guida. Una sua amica, Giusy, racconta: "Era un ragazzo tranquillo e aveva intenzione di continuare a studiare". Ora le indagini sono affidate al pm di Monza Stefania di Tuttlio.

 

(foto: newspress)