Si dimette politico tedesco: intratteneva rapporti con una sedicenne conosciuta su Facebook

Germania, alla fine il candidato di punta del partito Cdu (Unione Cristiano Democratica) Christian von Boetticher, 40 anni, si è dimesso dalla corsa per la presidenza allo Schleswig-Holstein (Land al nord della Germania) dopo che il noto quotidiano tedesco Bild am Sonntang, aveva rilevato la sua relazione con una sedicenne conosciuta su Facebook. Il politico ha tenuto una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche i suoi colleghi di partito, per annunciare le sue dimissioni, spiegando che non è per nulla pentito del rapporto con la ragazzina, Kathie S., in quanto si trattava di “vero amore”, nonostante la notevole differenza di età. È non è mancata la commozione per lui che a tratti ha parlato con la voce tremante accompagnata anche da lacrime. La preoccupazione del partito è che ora questa storia possa far perdere molti consensi da parte degli elettori, essendo essi principalmente l’ala cattolica del paese. La preoccupazione resta nonostante avere rapporti con sedicenni non è reato in Germania e nonostante che il politico non abbia ne moglie ne compagna.

Intanto la ragazzina si è confessata ad un tabloid locale, dove ha spiegato tutte le dinamiche cha hanno portato alla frequentazione con il politico e che anche lei ricambiava a pieno l’amore nutrito da von Boetticher nei suoi confronti.

Intanto questo episodio si lega ad altri simili che vedono sempre più politici legarsi a scandali in cui a farne da comune denominatore è un social network o la rete in generale. Infatti quello di Christian von Boetticher riporta alla memoria i casi dei due politici americani Chris Lee e Anthony Weiner: il primo dovette dimettersi dopo che furono scoperte dei suoi autoscatti inseriti in un sito di annunci che lo ritraevano a torso nudo; più grave quello del secondo politico che ha dovuto confessare l’invio di alcune foto dei suoi attributi a donne attraverso il social network Twitter.