Basket: Kobe Bryant – Bologna stop inatteso

Stamattina sembrava che fosse già conclusa la trattativa tra Kobe Bryant e Bologna e vedere il fuoriclasse sui parquet italiani, nemmeno un'ora fa le cose sono cambiate negativamente. Sul sito ufficiale della Virtus Bologna si legge: "Con grande stupore Virtus Pallacanestro prende atto che, a causa del parere negativo di alcuni club associati alla Lega Basket, non è possibile procedere con il palinsesto previsto delle dieci partite, mettendo così in forte discussione la piattaforma economica su cui si basa il progetto di portare in Italia Kobe Bryant". Come scritto nel comunicato e confermato dal patron della Virtus, Claudio Sabatini, senza le 10 partite il club non può avere il ritorno economico essenziale per poter permettersi l'ingaggio del fuoriclasse dei Los Angeles Lakers.

Da quanto è trapelato i club che non hanno accettato la deroga chiesta da Sabatini sarebbero Varese e Cremona, inoltre il regolamento federale proibisce due gare casalinghe consecutive a inizio stagione. Adesso diventa una corsa contro il tempo, entro venerdì 8 ottobre devono essere consegnati i contratti in Lega, per quella data bisogna trovare una soluzione. Per quanto sia diffusa la voce di un campionato falsato con la presenza di Bryant per sole 10 partite, credo che chi ama veramente questo sport non può pensare di sprecare l'occasione di vedere giocare un campione del genere della NBA, anche se per poche gare.