Napoli: Parte la nuova ZTL… tra i rifiuti

Il 22 settembre il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha dato il via alla nuova zona a traffico limitato nel centro storico della città. Piazza Dante, via Pessina e via Duomo le arterie principali rese pedonali 24 ore su 24.

Gli abitanti della zona sono molto poco convinti di questa decisione ma si sa, il nuovo spaventa sempre. Addentrandosi nella zona e parlando con la gente esce fuori qualche dettaglio in più. Non ci sono parcheggi dove poter lasciare l'auto o lo scooter, i mezzi pubblici sono ancora troppo poco frequenti e nella fascia notturna non sono neanche previsti ( se non qualche pullman notturno che passa molto di rado). Alle lamentele della gente un vigile anzi un poliziotto municipale consigliava ai signori in scooter di "parcheggiare nei vicoletti, se vi va bene non troverete la multa. Per ora stiamo setacciando solo le strade principali".

Facendo qualche domanda in giro il risultato finale è che la gente non è contraria alla ZTL ma ne contesta i metodi di attuazione. Probabilmente bisognava predisporre dei parcheggi, intensificare il servizio di trasporto pubblico e magari stipulare una convenzione con i taxi per abbassare le tariffe. Tutte cose che de Magistris dichiara di voler fare ma che forse andavano fatte prima della ZTL.

Il sindaco di Napoli ha anche dichiarato che, assieme alla ZTL, un grande traguardo di questa amministrazione è quello di aver risolto l'emergenza rifiuti "Abbiamo risolto anche questa situazione. Ora partono le navi che portano l'immondizia all'estero. La città è sostanzialmente pulita, rimane qualche piccola emergenza nelle zone periferiche". Tralasciando il fatto che vendere l'immondizia all'estero non può essere una soluzione definitiva (già in passato la Campania vendeva la propria immondizia alla Germania) si può notare la foto che qui in alto. E' stata scattata dal sottoscritto oggi 27 settembre 2011  su Via Marina, davanti alla Facoltà di Lettere e Filosofia della Federico II. Cumuli di immondizia sono presenti anche in Piazza Dante, via Toledo e larga parte del centro storico. Almeno però i cittadini potranno, grazie alla ZTL, passeggiare a piedi. Una passeggiata tra i rifiuti è pur sempre una passeggiata.