Studentessa si toglie la vita lanciandosi dalla torre di Pisa

Oggi, poco prima delle 16,00, una studentessa di origine pugliese di 23 anni è morta precipitando dalla torre pendente di Pisa. In base alle prime ricostruzioni sembrerebbe che la ragazza si sia gettata volontariamente dal settimo anello della torre. Sul luogo i soccorritori, ma ogni intervento è stato inutile visto che è morta sul colpo dopo un volo di 50 metri. Ora i carabinieri stanno indagando sulla dinamica della tragedia. Attualmente la torre è chiusa al pubblico e se fosse confermata l'ipotesi del suicidio si tratterebbe della terza persona che si è uccisa gettandosi dalla torre in poco più di un anno.

Il 6 giugno del 2010 una donna di 31 anni si era tolta la vita allo stesso modo, in piazza dei Miracoli. La vittima soffriva di depressione, era uscita di mattina da casa dicendo ai genitori che sarebbe andata a messa. La donna invece è salita anche lei sul settimo anello della Torre e si è lanciata nel vuoto.

Ancora il 29 aprile di quest'anno, un turista olandese di 21 anni, salito il quarto anello della Torre ha fatto un salto nel vuoto, facendo un volo di circa 35 metri. Il giovane morto anche lui sul colpo davanti a tanti visitatori nella stessa piazza.