Il 28 ottobre gli studenti tornano in piazza!

In piazza il 28 ottobre, il 9 e il 17 novembre. Gli studenti e l’Udu dichiarano che le loro intenzioni sono di “rilanciare la nostra idea alternativa di futuro che abbiamo cominciato a costruire in questi anni di distruzione e tagli, nelle scuole e nelle università pubbliche, nei luoghi della formazione, nelle tante assemblee e piazze che abbiamo riempito in modo pacifico e non violento”.

Le proteste studentesche, avranno il culmine nella Giornata internazionale del diritto allo studio giorno 17 novembre con iniziative di protesta in tutta Italia. Il primo appuntamento è il 28 ottobre, dalle 14, con un sit-in davanti al Ministero dell'istruzione a Roma "contro i tagli alle borse di studio e la nuova riforma che vuole sbarrare definitivamente la strada del futuro a un'intera generazione".

Il 9 novembre in tutte le città d’Italia ci saranno mobilitazioni, assemblee, flash mob, e altre iniziative “per portare all'attenzione di tutti uno dei drammi dell'Italia di cui nessuno si occupa: l'edilizia scolastica e l'insufficienza di alloggi per gli studenti universitari che ancora una volta sono visti come un costo da tagliare”. Infine il 17 novembre ci sarà la Giornata internazionale del diritto allo studio in modo tale da poter riportare al centro del panorama politico internazionale il dramma degli studenti che vivono consegnati alla precarietà e all'assenza di welfare. Sarai anche tu in v. le Trastevere il 28 ottobre?