Ritrovata statua di età romana a Epidauro

E' stata ritrovata nella città greca di Epidauro, nel Peloponneso, un torso di statua romana, copia di un originale greco attribuibile allo scultore di Argo, Policleto. Questi fu uno dei grandi scultori del periodo classico (IV secolo a.C), che fece del rigore e del calcolo gli elementi fondamentali delle sue opere scultoree, il tutto però attraverso un straordinaria ricerca di armonia e di perfezione mai del tutto appagata. Creatore del Doriforo, realizzato secondo lo schema del canone, studio fatto su basi matematiche per la realizzazione della figura umana elaborato dalla stesso Policleto, lo scultore di Argo realizzò il Diadumeno. Si tratta di un'altra opera su basi diverse. Infatti la scultura prevedeva non più la collocazione del baricentro su una gamba sola, ma bensì al centro tra le due.   

Si presuppone che la statua risalga al II secolo d.C. e dovrebbe corrispondere verosimilmente al periodo in cui l'imperatore Adriano si recò appunto nella città greca. La statua, che si presenta più grande della grandezza naturale, dovrebbe rappresentare il Dio Hermes, anche se è probabile che questa sia stata poi riadattata nel viso alla fattezze dell'imperatore Adriano o di un alto funzionario dell'epoca. 

Il ritrovamento è avvenuto in un edificio posto nelle prossimità del teatro di Epidauro, Quest'ultimo fu realizzato su progetto dell'architetto Policleto (da non confondere con il grande scultore) intorno al 340 a.C. e rappresenta, per armonia e perfezione, il miglior esempio di architettura greca riferita ad un teatro a noi pervenuto. Il sito archeologico di Epidauro è dal 1988 sotto la tutela dell'Unesco, ed è considerato come patrimonio dell'umanità.