Premio Marc’Aurelio per Richard Gere

Nell'ambito della sesta edizione del festival internazionale del film di Roma, il Premio Marc'Aurelio all'attore è stato assegnato a Richard Gere, il divo di Hollywood da sempre impegnato in battaglie umanitarie. A consegnare il premio Marc’Aurelio è stata l’attrice Debra Winger, l’attrice che ha girato al fianco di Richard Gere il film “Ufficiale gentiluomo”.

È la stessa attrice a rivelare le motivazioni che hanno portato la giuria del Festival Internazionale del Film di Roma alle decisioni finali: "Siamo stati molto uniti e abbiamo deciso sempre dopo pochissime discussioni – spiega – abbiamo scelto il mix di film che ritenevamo migliore ed erano proprio le pellicole che volevamo premiare. La cose migliori che fanno i festival – aggiunge – al di là dei premi e' la capacità di avere un mix di film da mettere sotto gli occhi di tutti. Questa volta sono orgogliosa delle nostre scelte perché volevamo porre l'attenzione proprio su queste opere. Mi dispiace – conclude – di non avere molto altro di piccante da raccontare."

Gere ha ribadito il suo amore per la città di Roma e ha ricordato il suo primo premio ricevuto proprio nella Capitale: il David di Donatello per "Giorni del cielo" di Terrence Mallick, che gli offrì il suo primo successo. Per quanto riguarda il futuro, lo stesso Richard Gere dichiara: “Non faccio programmi per il futuro. Anzi rimango sorpreso quando ancora mi propongono una sceneggiatura”.