Quarto Grado: intervista a Raffaele Sollecito

Ieri a Quarto Grado, mentre l'italia si raccoglieva intorno alla tragedia di Genova sostenuta da Maurizio Crozza che sospendeva il suo programma, Italialand, veniva intervistato Raffaele Sollecito, il primo colloquio pubblico dopo l'uscita dal carcere e l'assoluzione per l'omicidio di Meredith Kercher

Salvo Sottile gli ha concesso la possibilità di spiegarsi e lui ha replicato a tutte le domande che gli venivano poste, sottolineando di voler denunciare tutto ciò che di storto c'è in un sistema che ha tenuto in carcere per 4 anni due persone innocenti (l'intervistato stesso e Amanda Knox, ndr.)

Si sente quasi un paladino dichiarando di voler parlare affinché la sua esperienza non debba toccare a qualche altro innocente accusato ingiustamente. Ribadisce poi il fatto che il suo è un caso unico al mondo sia dal punto di vista mediatico che giudiziario. Tuttavia si sente frustrato, in quanto sa che la sentenza di assoluzione potrebbe essere ribaltata e che nonostante tutto chiede che venga fatta giustizia per la povera vittima, Meredith Kercher, rivolgendo un pensiero ai genitori della giovane donna pregando che non perdano le speranza nella ricerca della verità.

Ma il momento romantico non poteva mancare quando Salvo Sottile gli chiede della sua storia con Amanda… e lui replica con gli occhi lucidi dicendo che ormai la relazione è finita e che le augura tanta felicità. In questi anni l'amore si è trasformato in affetto visto che il tempo e la situazione hanno spento qualsiasi sentimento tra loro.

Il pubblico di Quarto Grado però non è stato molto contento di questa intervista, o almeno dei risvolti che ha assunto. In particolare su internet, tramite Twitter, che gli utenti si sono esposti con l'hashtag #guartogrado lasciando commenti per esprimere tutto il proprio disappunto.