Calciomercato Juventus: Per Caceres ci siamo, idea Pizarro

Dopo aver sistemato l'attacco con Borriello (mancano ancora alcuni dettagli), adesso le priorità sono in difesa e a centrocampo. Per Josè Martin Caceres manca davvero poco, bisogna accontentare i dirigenti del Siviglia (proprietario del cartellino) che vogliono sicurezze sul riscatto. Ma i dirigenti di Corso Galileo Ferraris sono sicuri di portare a buon fine la trattativa offrendo 2 milioni di euro per il prestito fino a giugno e 6 milioni per il riscatto. Intanto nell'affare Borriello, la Juve parlerà con i dirigenti giallorossi anche di David Pizarro per capire quali possibilità ci sono di portare il cileno a Torino. Vista l'eventuale partenza di Michele Pazienza (destinazione Udine), Pizarro sarebbe il giocatore ideale nel ruolo di vice di Andre Pirlo quando il centrocampista della Nazionale avrà bisogno di tirare il fiato.

In alternativa a centrocampo l'ad Beppe Marotta pensa sempre a Riccardo Montolivo, oramai il suo rapporto con la Fiorentina si è chiuso, che ha il contratto in scadenza a giugno 2012 e può essere preso a gennaio con un esborso minimo. Intanto c'è bisogno di sfoltire la rosa. Tra i sicuri partenti i tre attaccanti fin qui mai utilizzati: Amauri ha richieste sia in Italia (Fiorentina, Parma e Palermo) che all'estero (Marsiglia in pole, Fulham e Tottenham), Iaquinta ha il problema di un ingaggio elevato per i club a lui interessati (Novara, Cesena, Lecce) mentre per Luca Toni ci sono ben tre squadre che hanno già mostrato un interesse concreto (Recife, Montreal ed Espanyol). Altri con la valigia pronta sono Krasic, che interessa a Borussia Dortmund, Chelsea e in Turchia, e Fabio Grosso, ma per lui non sono ancora pervenute delle offerte.