Disposta autopsia: trovato il corpo esanime di Francesco Panariello, fratello del noto comico Giorgio

Francesco Panariello, fratello del noto comico Giorgio, è stato trovato morto poco prima di mezzanotte in un'aiuola di fronte al bagno Zara, sulla Terrazza della Repubblica a Viareggio. Il fratello è arrivato all'ospedale Versilia per il riconoscimento della salma scorsa sul lungomare di Viareggio. Giorgio è entrato da una porta secondaria, poi è corso al commissariato di polizia senza dire una parola sulla tragica fine del suo congiunto.

Inutili i soccorsi chiamati da un passante, che in precedenza aveva avuto problemi di tossicodipendenza, i medici non sono riusciti a rianimarlo ed è intervenuta anche una volante della polizia. 

Panariello in precedenza aveva già aiutato il fratello per problemi di droga e salute. E' stato lo stesso Francesco che nel 2009 aveva raccontato che era stato proprio il fratello attore ad aiutarlo a uscire dal tunnel della droga.

Ricordiamo che entrambi i fratelli non hanno avuto un'infanzia facile. Abbandonati entrambi da un mamma-bambina, Franco è stato affidato alle cure dei nonni materni, e Giorgio inviato in collegio fino all'età di 12 anni per poi essere adottato da una famiglia benestante.

Neanche l'affetto della nuova famiglia – raccontò Francesco in un'intervista – riusciva a placarmi. Un giorno mi scoprirono mentre portavo via i loro soldi, così rinunciarono all'adozione. Fui spedito in un collegio a Siena, ma anche lì durai poco: mi scoprirono mentre stavo rubando dei soldi al preside. Fui ritenuto un caso con pochissime probabilità di recupero così mi portarono dai miei nonni al Cinquale, una frazione del comune di Montignoso

Tuttavia le indagini della polizia proseguono. Stanno cercando di capire se l'uomo ci sia arrivato da solo nel luogo in cui è stato ritrovato senza vita o se si trovava in compagnia di qualcuno e se magari, come avrebbero accennato i parenti arrivati all'obitorio nella mattina da Montignoso (Massa), qualcuno possa averlo scaricato da un'auto mentre si sentiva male lasciandolo a terra ed allontanarsi. 

Su di un braccio ci sarebbe la traccia lasciata da un ago e per questo motivo, in queste ultime ore, è stata disposta l'autopsia per far luce, appunto, sulla causa del decesso.